AuthorAlberto

Nonna Maria


Cara nonna,
è difficile oggi salutarti,
ma è necessario perché il tuo corpo da tempo stanco e provato
ha lasciato il suo soffio vitale e ora la tua anima ha bisogno di pace e di vita nuova,
oltre questa terrena.
Tu hai nella tua vita vissuto molte cose,
hai visto i tempi cambiare,
le stagioni sono passate sulla tua pelle lasciando segni indelebili.
Hai lavorato, lottato e sudato per la tua famiglia.
Sei rimasta con noi fino a quando il tuo corpo ha resistito.
Ora ti chiedo di aiutarci da lassù,
di guardare i nostri passi e di illuminare ancora le nostre vite.
Grazie nonna per ogni cosa,
nel mio cuore per te ci sarà sempre amore.

Alberto


Pasqua 2017


«Il dirompente mondo dell’odio oscura i cuori,
non fa cercare l’amore,
la pace e la riconciliazione.
Bombe, violenza, rancore,
ma dov’è la gioia di un abbraccio?
Uomini alziamo la testa,
trionfi la pace,
che sia resurrezione dei popoli in legame vero.
Uniti, senza fucili,
ma a mani intrecciate in segno d’amicizia.
Cerchiamo amore.»

Buona Pasqua.

Alberto


Natale arriva

Natale arriva.
Arriva la luce,
si disegna nel cielo un bagliore,
il cuore batte forte,
il cuore batte ancora.
Si apre un sorriso sul nostro volto,
è il presepe che si riaccende di vita,
il pino addobbato accoglie i colorati doni,
le luci intermittenti danno nuovo calore.
Natale arriva,
si abbracciano i cuori,
possiamo sorridere uniti di gioia.
Natale arriva,
si riempie il cuore!
Alberto

NATALE.
In questo nuovo Avvento ci prepariamo ad accogliere il nostro piccolo Gesù,
ma portiamo nel cuore il grande dono dell’amore e dell’accoglienza anche tra noi,
gettiamoci la fune che salva,
accendiamo il nostro essere di luce nuova,
e portiamo il Natale dentro,
ogni giorno.
L’unione della famiglia,
mani che si intrecciano,
abbracci,
parole.
Rendiamo tutto vero,
rendiamo tutto duraturo.
Auguro a tutti un Natale di gioia.
Alberto

Ora che ho 28 anni

Guardo i numeri e i pensieri corrono, i miei anni sto contando e vedo un numero grande, quello che compare davanti ai miei occhi è un numero forte, e non so come raccontare tutto quello che c’è dentro, perché sono tanti i giorni dentro ai 28 anni e sono tutti pieni di vita non sempre bella, non sempre brutta.
Ho passato molti anni a gridare, a cercare un’uscita da una vita che non ha regalato nulla, ma è stata una salita, una lotta sempre, per accettarmi, per comprendermi, per aiutarmi.
Ora che ho 28 anni, e ho un po’ di esperienza di vita mi guardo con occhi più buoni.
Sono un uomo, ho vita fatta di quotidiani impegni di lavoro, tra pochi mesi sarò un uomo laureato e avrò raggiunto un buon obiettivo.
Sono sulla direzione giusta per migliorare ancora, per aggiungere nuove capacità e abilità.
Non avrò una normale vita, ma potrò avere altre possibilità, altri obiettivi da raggiungere, altre cose da fare.
Non c’è un modo di vita giusto, io vivo con questa che ho ricevuto, cerco di rendermi forte e di rendermi coraggioso.
Io sono circondato ogni giorno da 28 anni da amore e coraggio.
Gli anni sono passati, ora sono un uomo tutto intero, nuovo e ho tanto da imparare ancora.

Alberto

© 2017 Alberto Palentini

Theme by Anders NorénUp ↑