Consacrazione a Maria.


 

Cammino di preparazione.

Prove costanti ho affrontato in questo periodo, con momenti in cui ho messo in discussione la mia fede, l’ho sentita vacillare.
Non sempre con somma forza ho affrontato questo periodo, ma una forte guida ho avuto, Padre Dino, che come un faro ha sempre illuminato il mio cammino, mi ha sempre indicato la via da tenere e giorno dopo giorno mi ha aiutato a riscoprire Maria, figura che non sempre viene considerata centrale, ma che di luce propria vive e riesce a illuminare tutti.

 


Celebrazione.

Io posso provare a esprimere le mie emozioni, ma con certezza dico anche che nessuna parola riuscirà mai a rendere con precisione la forte sensazione provata in chiesa.
Un calore immenso mi ha pervaso e brividi in tutto il mio corpo ho sentito.
Un’unica persona eravamo noi tutti, stretti insieme dagli stessi pensieri e dallo stesso amore per Maria.
Io sentivo di essere nel posto giusto, una casa spirituale, con le persone giuste, i fratelli del mio cammino, avvolti e protetti dalla stessa Madre.

 


Fratelli del cammino.

Persone uniche sono quelli che hanno condiviso con me la mia esperienza.
Uniche nei loro modi gentili e nella delicatezza che hanno avuto verso di me.
Unite negli ideali e nei sentimenti religiosi.
Diverse nei loro caratteri, e di ogni loro diversità mi sono arricchito.
Tutte le ringrazio, per avere condiviso con me il loro cammino, piccola ma importante parte della vita.

 


Il fuoco della Fede.

Difficile spiegare a parole come si accenda un fuoco sfregando semplicemente due pietre.
Eppure è possibile, è una realtà.
Ora, io una delle due pietre mi sento, mentre l’altra sono i miei genitori, la mia comunità, le mie guide spirituali.
Sfregando contro di loro è nato il fuoco della fede e dell’amore verso Maria.
Solo così posso spiegarlo, ma con certezza posso dire che sempre più forte e caldo diventa, senza esaurirsi mai.

 


Preghiera.

Ogni volta che vedo la luce di un giorno nuovo, i dubbi miei scompaiono, muore la mia fragilità, si spegne la mia insicurezza.
Rendo grazie a voi, Maria e Gesù, per darmi la forza di affrontare ogni mia giornata.
Voi siete la mia corazza, la mia invincibile armatura che mi permette di affrontare il mondo a testa alta.
Io mi affido a voi, alle vostre mani, e da esse mi lascio dolcemente cullare, immerso nel mare della fede.

 

Alberto Palentini

 


3 Comments

  1. Carissimo Alberto,grazie per la foto,i fiori..e le tue dolcissime parole.Bella l’idea delle pietre focaie..non ci avevo mai pensato prima ma una sensazione simile l’ho provata anch’io.In effetti ci vuole qualcosa che ti accenda la fede e comunque viene sempre da Dio.Lui ha la chiave giusta per ognuno,le situazioni che non vengono mai per caso..Egli guida la nostra vita con maestria,con finezza,in modo particolare e unico a seconda delle nostre storie..diverse.Ora siamo sotto il manto di Maria e siamo fratelli.Ciao fratellino.Grazie a te e alla tua bellissima famiglia.

  2. Ciao ALberto, fratello, quanto ho letto e bellissimo, sei stato bravissimo a cogliere quelle senzazioni , che sono le senzazioni di tutti noi , che eravamo li con te, anchio ho provato le stesse cose, eravamo tutti sotto il manto di Maria, che ora ci protegge con il suo amore.La tua famiglia , meravigliosa, mi sento fortunato di aver avuto l’onore di essere stato un partecipe assieme a voi in questo cammino e al traguardo finale.
    Grazie ALberto, e …..alla prossima avventura!

  3. Annamaria Coltro

    giugno 12, 2014 at 9:08 pm

    Grazie Alberto per aver condiviso le tue emozioni con noi. Anche a me è capitato a Medjugorje, come a volte anche nella mia piccola chiesa parrocchiale quando le preghiere sono state particolarmente intense, di sentirmi pervadere da un dolce calore ma anche contemporaneamente con i brividi sulla pelle e di sentirmi un tutt’uno in Maria con i miei fratelli di fede. Deve essere Lei che quando preghiamo col cuore sincero ci avvolge tutti nel suo immenso manto materno. E in Lei possiamo proseguire sicuri nel nostro cammino di vita e di fede, resi più forti dalla certezza di poter sempre contare nel suo amore. Buona notte!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*

© 2017 Alberto Palentini

Theme by Anders NorénUp ↑